italianoinglese





LA VAL D'ORCIA
La Vald'Orcia si offre al visitatore con un patrimonio di variazioni cromatiche che scandiscono il passaggio delle stagioni: dall'ocra del paesaggio autunnale, al verde in primavera, al giallo della stagione delle messi.

Il territorio della Val d'Orcia è un susseguirsi di rilievi collinari i cui profili sono stati modellati nel corso dei secoli dagli abitanti lavorando la terra, costruendo strade e casolari.
TERME DI BAGNO VIGNONI
Una grande vasca termale, avvolta dai vapori delle sue acque bollenti, caratterizza il centro storico di questa antica località nota anche ai romani per sue virtù terapeutiche.

Una cinta alta un metro e mezzo incornicia su tre lati questa "piazza d'acqua", mentre sul quarto trova posto il loggiato dove sostò Santa Caterina da Siena e a cui è ora dedicato un piccolo santuario.

Al giorno d'oggi non è più possibile bagnarsi nel centro del paese, ma moderne strutture alberghiere permettono a turisti di tutto il mondo di immergersi nel relax e nel benessere delle sue acque sulfuree.
MONTE AMIATA - LA VETTA
Sulla Vetta del monte Amiata campeggia dal 1910 una croce in ferro che diventata nel tempo un simbolo per gli abitanti del luogo.
Se in inverno l'Amiata una delle mete sciistiche pi importanti della Toscana, in estate offre sentieri che si dipanano in una grande foresta di faggi e in un sottobosco che offre frutti selvatici e piante officinali.


I boschi dell'Amiata sono popolati da una fauna ricca: cinghiali, caprioli, volpi, istrici e tassi.
Alcune specie come il lupo, il cervo e l'asinello di razza amiatina, oggi a rischio di estinzione, sono ospitate presso il Parco Faunistico dell'Amiata, aperto ai visitatori.

Dalla vetta del Monte Amiata è possibile vedere l'Argentario, i Monti dell'Uccellina e le isole d'Elba, di Montecristo e del Giglio.
A nord sono visibili le Torri di Montalcino e, nelle limpide giornate d'inverno, l'Abetone e le Alpi Apuane.
MONTE LABBRO
Situata sul versante sud-ovest del monte Amiata, su questa bella cima volta verso la Maremma è stata istituita una Riserva naturale nel 1998, oggi meta di passeggiate alla scoperta delle particolarità della fauna locale.

Sul punto più alto del Monte Labbro, a metri 1193, troneggia la torre del David, monumento costruito da David Lazzaretti detto il "Profeta dell'Amiata", fondatore del movimento dei Giurisdavidici ucciso dalle forze dell'ordine nel 1878.

La spiritualità del luogo è stata riconosciuta oggi dalla Comunità Dzogchen di Merigar, creata dal 1981 dal maestro di joga e meditazione Chogyal Namkhai Norbu. Il centro è oggi visitabile previo appuntamento.

LA VIA CASSIA
La via Cassia, costruita intorno al 200 AC, collega Roma e Firenze attraversando la Tuscia, le Crete senesi e le vallate dal Chianti fino a S.Gimignano.

Il tratto amiatino, che va dal confine con il Lazio a S. Quirico d'Orcia, è attraversato ogni anno dalle Mille Miglia, la corsa automobilistica per vetture d'epoca.
TERME DI SATURNIA
Già conosciute al tempo degli Etruschi per le proprietà terapeutiche delle acque, le terme di Saturnia si trovano in Maremma. Le acque delle terme di Saturnia hanno proprietà curative per la pelle e per l'apparato respiratorio.
BAGNI DI S.FILIPPO
A pochi chilometri di distanza dalla via Cassa, si trova la località Bagni di San Filippo, nota per le sue acque termali che sgorgano ad una temperatura tra i 25° ei 52° centigradi.

Le spettacolari incrostazioni calcaree del Fosso Bianco conferiscono al paesaggio un impatto scenografico che la località una delle più fotogeniche dell'Amiata .